PROGETTO DI RELIGIONE A.S. 2019/2020
Ambiti tematici e obiettivi.
“In Principio …, secondo il “Piccolo Francesco”.
L’I.R.C si prefigge obiettivi specifici di apprendimento da raggiungere, come tutte le discipline educative che hanno come finalità la graduale e piena formazione dell’alunno, agisce entro ambiti tematici, in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione, al fine di garantire una conoscenza mirata e specifica degli argomenti, in grado di assicurare al bambino una crescita armoniosa e quanto più equilibrata.
Per favorire la loro maturazione personale, nella sua globalità, i traguardi relativi all’I.R.C sono distribuiti nei vari campi d’esperienza.
Di conseguenza ogni campo d’esperienza viene integrato come segue relativamente alla Religione Cattolica.
Campi d’esperienza:
Il sé e l’altro
– Scopre nei racconti del Vangelo la persona e l’insegnamento di Gesù, da cui apprende che Dio è Padre di tutti e che la Chiesa è la comunità di uomini e donne, unità nel suo nome, per sviluppare un positivo senso di sé e sperimentare relazioni serene con gli altri.
Il corpo in movimento
– Scopre che “il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora”.
– Impara a prendersi cura del Creato, del proprio Corpo e di ogni essere vivente.
Immagini, suoni e colori
– Riconosce alcuni linguaggi simbolici caratteristici della tradizione e della vita del cristiano (segni, feste, preghiere, canti), per poter esprimere il proprio vissuto religioso.
La conoscenza del mondo
– Osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, riconosciuto dai cristiani come dono di Dio Creatore per sviluppare sentimenti di responsabilità e gesti del “prendersi cura”, nei confronti della realtà con speranza e fiducia.
– Impara da Gesù e San Francesco a riconoscere la natura come uno splendido libro nel quale Dio ci parla e ci trasmette qualcosa della sua bellezza e bontà.

Obiettivi Generali

– I bambini sono aiutati ad aprirsi alla meraviglia e allo stupore che incontrano nell’ambiente di vita, nelle persone attraverso tanti segni.
– Far incontrare i bambini con Dio Creatore e Padre Misericordioso.
– Condurre il bambino a scoprirsi “Amato” per rispondere con l’Amore.
– Vedere nella natura l’opera di Dio e sviluppare la capacità di rispettarla e di evitare comportamenti di spreco.
Obiettivi Formativi
– Esprimere gioia, stupore, meraviglia per le cose belle che scopre, per il dono della vita per il Creato ad imitazione di San Francesco.
– Ascoltare le parabole della misericordia raccontate da Gesù nel Vangelo: “Il buon Samaritano”, “La pecorella smarrita”, “Il Padre Misericordioso”.
– Fare gesti concreti d’accoglienza e di amicizia: dare la mano, abbracciare, dare un bacio, accarezzare, aiutare…
– Ringraziare Dio Misericordioso perché Padre di tutti, Gesù per la sua amicizia, Maria perché Mamma di Gesù come la mia e Madre di tutti.
– Partecipare attivamente alle attività, alla conversazione, incontri di preghiera, feste.

I destinatari del percorso curriculare sono i bambini/e di 4 e 5 anni, per i piccoli e piccolissimi si seguirà un percorso con metodologia diversificata introducendoli nei momenti più significativi della Religione Cattolica: momenti di preghiera in gruppo, festa di Natale e Pasqua.